Deodorante Ecologico, Economico e Pratico!

Siamo tutti alla ricerca delle stesse cose: praticità, economicità e sostenibilità. A volte è difficile trovare soluzioni che riescano a coniugare tutte queste cose insieme. A volte no!

Questa è una di quelle volte…

Il problema del sudore non è l’odore, che è solo la conseguenza lo sappiamo tutti, ma sono i batteri. Dunque un buon deodorante è un battericida, che sia delicato sulla pelle ma super efficace. Poi deve anche essere incolore, non appiccicoso, facile da stendere e da portare con sé in borsetta o nei viaggi…anche in aereo. Deve essere comodo da applicare e non rovinare i nostri capi più delicati. Non deve essere unto. Deve assolutamente durare tutto il giorno, almeno per tutte le ore che stiamo in ufficio. Deve reggere i picchi di sudorazione. Possibilmente non deve essere anti-traspirante (perché fa malissimo, ormai lo abbiamo imparato). E poi dovrebbe essere, ecologico, sostenibile per tutti gli esseri che popolano il pianeta, con sistemi di imballaggio e packaging vari che siano ridotti all’osso.

Siamo tutti alla ricerca del Mr.Incredibile  della deodorazione personale!

Signore e Signori: Mr.Incredibile esiste. Si chiama Tea Tree oil e ha tutte, ma proprio tutte, le qualità che state cercando. Ebbene sì. Si tratta proprio del Tea Tree oil che sta nel vostro armadietto degli oli essenziali per il brucia essenze. E’ lui e usarlo è facilissimo.

Come si usa

E’ il più semplice modo di usare un olio essenziale. Ne mettete 3 gocce sulla mano e lo spalmate delicatamente su tutta l’area dell’ascella.

Tutto qui. Lo so. Anch’io non ci potevo credere. Eppure è discreto, fresco, dura tutto il giorno, è delicato e comodissimo. Sta in borsetta come un mini profumo. E se ce lo dimentichiamo a casa…basta trovare un’erboristeria o una bio-bottega. Non abbiamo bisogno di pentole, padellini, bagno maria e soci. E’ subito pronto. E’ super ecologico e tutto cosiderato è anche molto economico.

Photo credits: Apothocary by Claire Brosman

2 risposte a “Deodorante Ecologico, Economico e Pratico!”

  1. mi spiace dirtelo ma gli oli essenziali da ambiente sono ben diversi dagli oli essenziali per uso cosmetico, i primi probabilmente sono sintetici e dannosi per la cute. e anche se nel tuo armadietto ci dovesse essere un olio essenziale puro è anch’esso sconsigliato usarlo puro sulla pelle, non si fa mai!

  2. Cara purpetta, mi fa piacere il tuo commento così posso chiarire meglio tutti i dubbi. Io non ho assolutamente parlato di oli essenziali da ambiente, anzi sul blog ho sempre specificato che è preferibile usare oli essenziali non tanto puri ma per uso interno, e c’è differenza. Bisogna fare attenzione quando li si acquista.
    Gli oli essenziali non vanno mai usati puri, in generale. Soprattutto per uso interno. Alcuni hanno un rapporto tra dose terapeutica e dose tossica molto bassa. Ci sono alcuni oli essenziali che sono tossici a bassissime quantità e vanno usati solo dietro prescrizione medica. Alcuni, di cui si è fatto largo uso in tempi recenti come l’olio essenziale di timo, sono molto pericolosi enon andrebbero mai usati puri per uso interno se non in casi particolari e sotto il controllo del medico.
    Ma ci sono due oli essenziali che in individui adulti e in uno stato generale di buona salute sono tollerati non diluiti per uso esterno (quello di lavanda a piccole dosi anche per uso interno): sono l’olio essenziale di lavanda e quello di tea tree. Certamente valutata la tollerabilità del soggetto rispetto a quegli oli essenziali. Nei bambini e in donne in gravidanza gli oli essenziali dovrebbero essere evitati o comunque essere usati dietro controllo medico perché alcuni sono altamente sconsigliati. Come per ogni genere di sostanza è bene evitare periodi troppo prolungati d’uso ed intervallare con periodi di sospensione e di uso di sostituti. Le persone con patologie o sensibilizzazioni del derma dovrebbero evitarli.
    Naturalmente si può usare il tea tree diluito in altro olio vegetale: mandorle dolci, oppure olio di semi di girasole spremuto a freddo.
    Parlando di deodoranti e di cosmetici: attenzione ai parabeni (ho già scritto un post) contenuti nei comuni deodoranti (e non solo), nei prodotti da farmacia e in quelli di erboristeria, proprio oggi ho letto di una nuova ricerca condotta su un gruppo di donne con cancro al seno in cui hanno trovato tracce di parabeni nei tessuti.
    Bibliografia utile e specifica:
    Herisset, A. Pl. Méd. Phytothér. 5, 305, 1971
    Malhuret, R. Phytothér, 11 17, 1984
    Pellecuer, J. Rev. Ass. Phytotér. 8, 12, 1987
    Blackwell, R. Br, J. Phytotér. 2, 25, 1991
    Buchbauer, G. et. al., Z. Naturforsch. 46, 1067, 1991
    Rossi M. Oli essenziali – scede tecniche, Professione Galenica, Erboristeria Domani, Giugno 2005

    Spero di essere stata utile
    Un caro saluto e buona serata
    Elisa

Lascia un commento