Pesto di semi di girasole

pesto semi di girasole

Ieri sera avevo voglia di provare qualcosa di nuovo. Avevo in casa un sacchettino di semi di girasole e nel frigo qualche foglia di basilico. Ho pensato di improvvisare un pesto semi di girasole. Il risultato è squisito. Non solo è economico, ma anche super veloce e  fa bene.

Ingredienti per il pesto di semi di girasole

Ingredienti per un pesto di semi di girasole che serve per condire 4 porzioni di pasta:

Come si prepara il pesto di semi di girasole

Mettere nel mixer i semi di girasole, l’olio extravergine di oliva fino ad ottenere una pasta omogenea. Fare continue pause mentre si frullano i semi di girasole in modo tale che il composto non si scaldi eccessivamente. Aggiungere poi l’aglio, il basilico e il grana padano.

Una volta pronto versare nel contenitore in cui servirete la pasta. Aggiungere al pesto alcuni cucchiai dell’acqua di cottura della pasta appena prima di scolarla.

Consiglio di usare con pasta di farro integrale o di kamut che ne esaltano il sapore.

Perché il pesto semi di girasole fa bene

Il pesto di semi di girasole è un ottimo alimento anticancro, antinfiammatorio, antiallergico, indicato anche per soffre di mal di testa e di disturbi intestinali. Il pesto di semi di girasole infatti coniuga le preziose virtù del basilico ai principi nutritivi dei semi di girasole.

I semi di girasole sono molto ricchi di numerosi principi nutritivi tra cui il selenio, a cui si devono le proprietà anticancro, antinfiammatorie e antiallergiche. Inoltre proprio grazie alla presenza di selenio aiuta nel contrastare i rischi di patologie cardiache come ad esempio l’infarto. Sono molto elevati anche i contenuti di vitamina E, uno dei maggiori antiossidanti naturali, ottimo per mantenere la pelle elastica e contrastare i segni dell’invecchiamento cutaneo.

Il basilico è invece amico di chi soffre di mal di testa e di infiammazioni all’intestino, motivo per il quale è anche in grado di prevenire i tumori all’intestino che nella maggior parte dei casi sono provocati da infiammazioni trascurate. Gli oli essenziali contenuti nel basilico lo rendono inoltre un eccellente antibatterico, al pari del suo parente stretto: la menta.

Quando evitare il pesto di semi di girasole

Per la presenza dei semi di girasole è sconsigliato in tutti i casi in cui siano manifeste patologie infiammatorie con produzione di catarro e muco, sia all’apparato respiratorio sia a quello digerente. Questo perché i semi di girasole, rinfrescanti e ottimi alleati nella stagione estiva, aumentano la produzione di muco da parte dell’organismo.

Lo stesso vale per il grana padano, che come tutti i latticini, inducono l’organismo a produrre muco.

Dunque no al pesto di semi di girasole se si ha ad esempio raffreddore, sinusite, otite, bronchite, catarro intestinale.

 

Insalata di mele: estiva e dal sapore esotico (Ricette della salute)

Chi vuole prevenire il cancro al colon con una bella insalata?  Signore e Signori ecco a voi l’Insalata di mele. Come sempre, il perché faccia bene ve lo lascio spiegare da Marco Bianchi. LatteRhum&Miele ha provato oggi un’altra delle Ricette della Salute. Un’insalata fresca, estiva e dal sapore esotico. Facile e veloce da preparare. Uno di quei piatti che fanno tanto piacere a chi deve “mettersi ai fornelli” col caldo perché così non deve “mettercisi”!

 

Insalata di mela - Ricetta della salute provata da LatteRhum&Miele

Ingredienti

  • 400 g di foglie di spinaci novelli
  • 20 g di mandorle (anche non sbucciate)
  • 20 g di noci
  • 2 mele Golden o Renette
  • 150 g di mais lessato
  • 1 cipollotto
  • 10 datteri freschi
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 2 limoni
  • 1 cucchiaio di salsa di soia

Come si prepara

Preparate un’emulsione mettendo nel bicchiere del mixer l’olio extravergine  di oliva, il succo dei limoni e la salsa di soia. Scolate il mais e pulite il cipollotto affettandolo molto finemente. Private i datteri del nocciolo e tagliateli in 4; tagliate a dadini le mele, con la buccia. Mandorle e noci potete servirle intere o spezzettarle con le mani o ancora passate al mixer per pochi secondi (senza arrivare a ridurle in polvere).

Riunite insieme tutti gli ingredienti e condite con l’emulsione preparata.

Il nostro consiglio è di tenerla in frigo prima di servirla.

Le Ricette della salute della Fondazione Umberto Veronesi elaborate da Marco Bianchi sono un’iniziativa legata al Giro d’Italia. Se vuoi saperne di più leggi il post Le Ricette della salute della Fondazione Veronesi preparate da LatteRhum&Miele

oppure visita la pagina delle Ricette della salute sul sito della Fondazione Veronesi.

A presto con la prossima Ricetta della salute provata da LatteRhum&Miele.

La Fondazione Umberto Veronesi nasce nel 2003 allo scopo di sostenere la ricerca scientifica, attraverso l’erogazione di borse di ricerca per medici e ricercatori e il sostegno a progetti di altissimo profilo. Ne sono promotori scienziati, tra i quali ben 6 premi Nobel che ne costituiscono anche il Comitato d’Onore, il cui operato è riconosciuto a livello internazionale. Al contempo la Fondazione è attiva anche nell’ambito della Divulgazione Scientifica, affinché i risultati e le scoperte della scienza diventino patrimonio di tutti, attraverso grandi conferenze con relatori internazionali, progetti per le scuole, campagne di sensibilizzazione e pubblicazioni.