DETERGENTE FAI DA TE bagno: anticalcare e disinfettante all’aceto e oli essenziali

Lo confesso. A me il bagno piace davvero pulito, luccicante e profumato. Non mi accontento della passata e via. Però non ho molto tempo per stare lì a pulire e strofinare e lucidare. L’acqua che arriva qui è piena di calcare e questo non aiuta. D’altro canto i prodotti da banco veramente efficaci sono cari e spesso il loro odore mentre li adoperavo mi provocava tosse e fastidio alla gola.

Dopo alcune prove ho scoperto una ricetta per produrre in casa un detergente per pulire il bagno davvero molto efficace: è un perfetto anticalcare, pulisce, lucida, lascia un profumo fresco e delizioso, è veloce e pratico da usare e da fare, è economico e si prepara con ingredienti facili da trovare. E’ ecologico e biologico. E’ sicuro sia per chi lo adopera sia per chi fruisce del bagno, come ad esempio i bimbi che amano giocare con l’acqua e i sanitari.

Ingredienti

  1. uno spruzzatore usato: potete riciclare lo spruzzatore di un prodotto che avete appena terminato. Lavatelo molto bene.
  2. aceto di vino bianco: 2 bicchieri
  3. detersivo per i piatti (meglio se ecologico perchè ha maggior potere detergente): 1 cucchiaio
  4. olio essenziale di lavanda: 20 gocce
  5. olio essenziale di timo: 15 gocce
  6. olio essenziale di tea tree: 15 gocce
  7. acqua: qb per portare a volume
  8. un panno in microfibra

Miscelate il tutto direttamente nel contenitore dello spruzzatore. Chiudete e agitate bene.

Aceto, lavanda, timo e tea tree hanno tutti elevati poteri antibatterici e disinfettanti.

Come si usa

Spruzzate bene e abbondantemente su rubinetterie, ceramiche, piastrelle, all’interno del wc e sopra e sotto l’asse del bagno. Ma anche su mobiletti e superfici lavabili in genere.

Lasciate agire per almeno 10 minuti, quindi passate bene con il panno in microfibra umido. Sciacquate con acqua molto calda e asciugate con un panno in cotone.

Potete anche spruzzarlo saltuariamente solo sulla ceramica del lavandino, del wc, della doccia e del bidet dopo aver usato il bagno al mattino, senza sciacquarlo così eviterà la formazione del calcare.

Le persone che hanno letto questo articolo hanno letto anche

::FATTELI-DA-TE::Ricettario detersivi-la salute passa anche da qui
Brillantante ecologico fai-da-te…profumato!
Deodorante per tessuti ecologico

Deodorante per tessuti ecologico – variante

Vi presento una variante al deodorante per tessuti ecologico

Alle persone a cui non piace l’odore dell’aceto consiglio di usare alcol alimentare a 90°.

E’ un ottimo veicolo per gli oli essenziali, ha proprietà antisettiche ed è più rapida l’asciugatura del tessuto che un pochino si inumidisce durante l’operazione.

Vi consiglio, se è la prima volta che fate l’esperimento, di iniziare a mettere 5-10 gocce di olio essenziale e poi di aumentare man mano fino ad arrivare all’intensità di profumazione che preferite.

Deodorante per tessuti ecologico

lavanda fiori mundi di davidaola

A dirla tutta pensavo che non ci fosse modo di togliere il cattivo odore dai tessuti di casa, a parte spargere abbondante bicarbonato di sodio, che poi toglierlo è sempre un pochino noioso…

Poi ho scoperto che esiste un metodo davvero simpatico, utile ed efficace. Ma soprattutto è personalizzabile con le fragranze che più vi piacciono, e lo potete cambiare ogni volta che volete perchè e davvero economico! Inoltre è sano perché contiene solo prodotti naturali e non c’è pericolo per la salute nostra, dei più piccoli o di animali domestici.

Ecco come si prepara: in uno spruzzatore (possiamo riusare quelli dei prodotti per l’igiene della casa, l’importante è che producano goccioline piccolissime) mettete mezzo bicchiere d’aceto e qualche goccia di olio essenziale (il numero dipende da quanto desideriamo sia profumante la soluzione, volendo si possono anche usare più oli essenziali insieme) e portate a volume con acqua filtrata.

Potete usare il timo o il tea tree che hanno proprietà antisettiche e antibatteriche oppure la lavanda che è un ottimo deodorante con proprietà rilassanti. La cannella o i chiodi di garofano o il legno di rosa o la menta che sono altri antibatterici con proprietà toniche. Il limone che è uno spasmolitico. Il vetiver che è un tonico e stimolante. Lo zenzero che è un tonico e un antinfiammatorio.

Potete sbizzarrirvi usando gli oli essenziali che più vi piacciono. Io li scelgo di provenienza sicura, biologici e possibilmente ad uso alimentare anche se poi li uso esternamente. Si spende un pochino di più, soprattutto per gli oli più cari, ma la garanzia di qualità è sicura e la resa è decisamente migliore!

Et voilà! Potete vaporizzare su tutti i tessuti di casa: dalle tende ai divani, dai tappeti ai cuscini. Fate prima alcune prove per essere certi che il tessuto non sbiadisca o non patisca, in particolare i tessuti tinti a mano o con colori non fissati oppure realizzati con fibre delicate. Anche se l’aceto è uno dei fissativi naturali che vengono usati per colorare i tessuti è sempre meglio essere sicuri!

se non vi piace l’aceto…c’è una variante