Fiori di Bach per bambini che fanno i capricci

DOMANDA:
Buonasera avrei bisogno di un aiuto per il mio bimbo di 3 anni che ha ancora un attaccamento molto forte a me. Se non ci sono sta con tutti, se io ci sono non vuole stare con nessun altro, nemmeno col papà, per qualsiasi cosa dal lavare i denti a mettere il pigiama e così via vuole solo me. Arriva al punto di non accettare nemmeno il bicchiere di acqua dal papà perché vuole che sia io a passarglielo. Questo crea dei problemi nella quotidianità per me, che spesso non posso nemmeno andare in bagno senza che lui mi segua e sopratutto crea enormi problemi con la scuola materna che ha iniziato quest’anno. La prima cosa che mi chiede la mattina appena sveglio è cosa facciamo oggi. Quando gli dico si va all’asilo si mette a piangere. Una volta arrivati con fatica all’asilo mi si attacca alle gambe e le maestre lo devono staccare di forza per permettermi di andar via. Poi però mi dicono che nel giro di 5 massimo 10 minuti il piccolo si calma e partecipa tranquillo alle attività. A scuola mi descrivono che è vivace, fisico nel gioco ma senza fare male e comunque abbastanza rispettoso delle regole. Il bambino a casa è molto ostinato e permaloso, è una lotta per tutto, lavarsi, vestirsi, ecc. È capriccioso, per ogni no è una scenata, scenata che a volte sfocia in una specie di crisi isterica che dura anche mezz’ora, dove urla, piange e scalcia, che è impossibile da placare, dobbiamo semplicemente aspettare che come è iniziata finisca. Il piccolo alterna periodi di regolarità a periodi di stitichezza e nonostante i tre anni non riesce ancora a dormire una notte intera senza risvegli. Il pomeriggio ha ancora un forte bisogno del riposino, dorme di solito circa 3 ore. I pomeriggi che per qualche motivo dorme poco ci regalano notti da incubo. Ha un sonno notturno agitato, con continui movimenti delle gambe e spesso si lamenta. La ringrazio di cuore se potrà aiutarci consigliandoci i fiori più indicati per lui.
Grazie
M.

RISPOSTA:

Buongiorno M.,

quella che lei descrive è una situazione che accomuna molti bimbi dell’età di 3 anni. Si parla dei terribili 3 anni, che a volte seguono i terribili due e in qualche caso precedono i terribili quattro.

A volte questo atteggiamento è la conseguenza di un cambiamento, o della necessità di maggiori attenzioni da parte del bimbo, che spesso è disposto anche ad “accontentarsi” di attenzioni “negative” (la sgridata o l’arrabbiatura di mamma) purché ci siano.

I Fiori di Bach possono aiutare a ritrovare un equilibrio, a ridare serenità e ad alleviare queste modalità di richiesta  di attenzioni. Il grande vantaggio dei Fiori di Bach è che non è necessario conoscere le ragioni profonde di alcuni stati emotivi, ma è sufficiente conoscere quali essi siano e con che modalità e in quali momenti si manifestino.

In questo caso potrebbero aiutare:

  • Chicory: è il fiore principale in caso di capricci, bisogno di attenzione, necessità di forte e stretta vicinanza con una o poche persone. È il fiore a cui si deve pensare quando, allontanatosi il genitore oggetto del capriccio, il bimbo si riprende e gioca sereno.
  • Holly: in questo caso Holly è indicato per i capricci che sfociano in accessi di rabbia, in reazioni violente come le scenate isteriche
  • Cherry Plum: se si ha la sensazione che il bimbo perda letteralmente il controllo sia nel momento dei capricci sia in altre occasioni. A volte Holly e Cherry Plum vengono affiancati per potenziare le rispettive potenzialità.
  • Oak: il sonno agitato, accompagnato dal movimento delle gambe se il bambino non dorme di pomeriggio può essere una manifestazione di eccesso di stanchezza unita ad una incapacità di “fermarsi” che si manifesta nel momento del sonno. In questi casi non si dorme bene e questo non fa che peggiorare la situazione, perché svegliandosi stanchi si tende ad essere più nervosi e ad avere meno capacità di fermarsi e riposare. Oak è il fiore per chi anche se allo stremo delle forze non riesce a fermarsi e a riposare.
  • Walnut: il fiore del cambiamento. Il bimbo ha iniziato quest’anno la scuola materna, ed è possibile che questo cambiamento lo stia preoccupando, turbando e magari che in fondo, soprattutto all’inizio, non gradisca tutte le novità che si trova ad affrontare (le maestre, i compagni, le attività, magari anche gli orari, l’alimentazione, …). A volte anche la percezione di crescere, di entrare in una nuova fase di crescita viene vissuta con disagio, con rifiuto. Capita a volte che ai bambini crescere non piaccia. In tutti questi casi può essere utile Walnut.

Per scoprire come prepararli e come assumerli:

Come preparare la boccetta dei Fiori di Bach per i bambini

Un saluto cordiale

Elisa Cerruti