Sali di Schüssler per depressione e disturbi dell’umore

sali di schussler depressione
DOMANDA:
Salve,vorrei sapere se il lithium cloratum è indicato per curare i disturbi dell’umore e la depressione bipolare. in caso affermativo quale e’ la posologia?
Grazie a presto!
Virginia

RISPOSTA:

Buongiorno Virginia,

desidero premettere che i Sali di Schüssler non sono da intendersi come cura in senso allopatico, essi sostengono e agevolano processi di guarigione, affiancando terapie mediche e cliniche convenzionali o altre medicine complementari. Agiscono come una sorta di integratore di sostanze minerali utili alla vita cellulare dell’organismo e in questo senso possono concorrere ad un benessere olistico della persona e favorire il processo di guarigione.

Il Lithium chloratum (n.16) appartiene ad un gruppo di sali che il dr. Schüssler non aveva avuto modo di studiare approfonditamente e che pertanto vengono definiti come sali che non hanno caratteristiche diagnostiche del volto.

Il Lithium chloratum è indicato come supporto per gli stati maniaco-depressivi. Il mio consiglio è di affiancarlo:

– ad altri sali che potrebbero essere utili a sostegno del quadro generale, individuabili attraverso un quadro diagnostico della persona da parte di uno specialista, che stabilirà anche la corretta posologia

– da Fiori di Bach, anche in questo caso l’ideale è rivolgersi ad un esperto floriterapeuta.

Per quanto riguarda posologia e indicazioni le consiglio di rivolgersi ad un professionista di sua fiducia.

Un saluto cordiale

Elisa Cerruti

Problema di lipomi, ma non voglio operazione

DOMANDA:
Ho dei lipomi che non voglio operare chirurgicamente, ho sentito che con i sali di Shussler si può curare sia dall’interno che con pomate dall’esterno o impacchi. Se funzionano ho parecchie conoscenti che hanno questo problema, quindi spargo la voce.Grazie.
Giulietta

RISPOSTA:

Buongiorno Giulietta,
i lipomi, anche chiamati fibrolipomi o fibromiolipomi, sono tumori benigni del tessuto adiposo che possono trovare sede in varie parti del corpo, avere differenti conformazioni e comparire a qualsiasi età. Il più recente orientamento medico in caso di lipoma prevede l’asportazione totale con intervento chirurgico solo nei casi di grosse masse, mentre nel caso di masse più piccole l’intervento riduttivo si rende talvolta necessario solo per ripristinare il normale flusso sanguigno.
I Sali di Schüssler sono particolari integratori di sali minerali che possono aiutare il corpo a ripristinare le proprie funzionalità e quindi possono contribuire a fermare la crescita di un lipoma, ridurne l’entità o eliminarlo.
Ricordo che per loro natura i Sali di Schüssler possono affiancare, sempre sotto controllo medico, trattamenti allopatici e naturopatici di varia natura, compreso l’intervento chirurgico.
Si tratta di processi lenti e che devono essere accompagnati da un contesto opportuno che preveda:

  1. una dieta alcalinizzante,
  2. un corretto stile di vita che contempli attività fisica moderata,
  3. la ricerca interiore ed esteriore di serenità e gioia

I Sali di Schüssler che normalmente sono indicati per i lipomi riguardano sia il trattamento interno sia quello esterno:

n.9 Natrium Phosphoricum, indicato per ripristinare l’equilibrio acido-basico del corpo che è necessario al corpo per evitare infiammazioni e suppurazioni, ma anche accumuli, stanchezza, e acidità. Natrium muriaticum è utile in ogni caso in cui si manifestino suppurazioni e formazioni adipose.
n.10 Natrium Sulfuricum, contribuisce alla corretta gestione dei liquidi nel corpo e alla veicolazione degli eccessi verso l’esterno. Unitamente a natrium phosphoricum, natrium sulfuricum lega le molecole di acqua a quelle grasse ed acide e le veicola verso l’esterno, attraverso reni e vescica. In questo modo aiuta il corpo a liberarsi di ciò che non serve. Questo fa sì che le cellule, alleggerite di sostanze grasse, acide e di eccesso di acqua, possano ripristinare la propria corretta funzionalità.
n.11 Silicea, è il sale che si trova in tutte le cellule e quindi in ogni organo o tessuto in particolare come tessuto connettivo, ma anche in unghie e capelli, e nelle fibre nervose. Insieme a natrium phosphoricum aiuta il corpo a ripristinare l’equilibrio acido basico. Silicea aiuta a sciogliere i depositi e ad eliminarli attraverso i liquidi, concorrendo ad ripristinare le funzionalità cellulari.

Questi 3 sali possono essere assunti insieme per via interna. Per maggiori informazioni consultare la pagina Come si usano i Sali di Schüssler. Il corretto dosaggio e frequenza di assunzione può essere stabilito solo con un quadro specifico del problema e della persona.
In commercio si trovano le pomate dei singoli sali, è possibile unirle tra loro e creare una pomata da applicare sui lipomi quotidianamente per rinforzare l’azione interna.

I migliori auguri per una pronta risoluzione a lei alle sue amiche.

Elisa Cerruti

Fiori di Bach per la scelta della scuola superiore

DOMANDA:
Buonasera. Mia figlia quest’anno frequentera’ la terza media e dovrà quindi sostenere il tanto temuto esame. Inoltre dovrà anche scegliere come proseguire negli studi. E’ una ragazzina molto sensibile ed insicura. Facilmente si scoraggia e ha bisogno continuamente di essere incentivata. Vorrei proprio aiutarla ad avere più sicurezza in se stessa e ha trovare un suo equilibrio.
Grazie!
Giovanna

RISPOSTA:

Buongiorno Giovanna, è davvero un passaggio delicato e i Fiori possono accompagnarlo con dolcezza!

In questo caso potrei suggerire per sua figlia:

Walnut: è il fiore del cambiamento, è aiuta ogni volta che si debba affrontare un piccolo o grande passaggio durante la vita. Su questo sito abbiamo scritto alcuni post di approfondimento su Walnut.

Mimulus: per le persone sensibili. Spesso una spiccata sensibilità rende vulnerabili e ci fa sentire “nudi” di fronte ad alcuni avvenimenti. Mimulus aiuta a continuare a percepire senza venire feriti, ad affrontare anche ciò che ci spaventa con razionalità e coraggio.

Wild Oat: per la tipica insicurezza dell’adolescenza, in cui grandi ambizioni e speranze a volte rendono difficile scegliere il percorso e capire quale sia la strada che davvero vogliamo seguire.

Larch: per l’insicurezza nelle proprie capacità. A volte compare unitamente a quella di Wild Oat, da un lato la voglia di fare grandi cose dall’altro la paura di non esserne capaci.

Gentian: per la facilità a scoraggiarsi.

Questo per iniziare da subito a sostenerla, se lo desidera mi faccia sapere come procede.

Elisa Cerruti

Eco-pulizie: vetri, specchi e mobili.

DOMANDA:
ma il detergente bagno si potrebbe usare anche sui mobili laccati e anche magari per i vetri? cosa consigliate? cerco sempre più modi per aver meno barattoli nell’armadietto dei detersivi
Laura

RISPOSTA:

Buongiorno Laura,
acqua e aceto è un ottimo detergente e sgrassante, è ottimo anche sui mobili con trattamenti idonei (ad esempio le superfici per la cucina) meno su legno grezzo o trattato a stoppino o con cere naturali.
Il detergente bagno di cui parla è ottimo anche per pulire il tavolo della cucina o i fornelli.
Ma se la necessità è solo quella di togliere la polvere le suggerisco uno dei metodi che abbiamo riscontrato più efficaci in assoluto per la polvere.

Acqua calda e panno in microfibra: i panni in microfibra trattengono molto bene la polvere mentre l’acqua calda scioglie il grasso delle polliciate e dello smog. Il risultato è garantito (io lo uso da anni)!

Per i vetri e gli specchi le consiglio un metodo simile che la lascerà a bocca aperta.
Secchio di acqua calda, 2 panni in microfibra: passare il panno microfibra inumidito e ben strizzato sui vetri quindi asciugare con il secondo panno in microfibra.
Se ha usato prodotti per vetri comunemente in commercio sino ad oggi potrebbe dover aspettare due o tre volte prima di veder scomparire del tutto alcuni aloni dovuti ai siliconi contenuti in alcuni di essi.

L’uso dei panni in microfibra è consigliabile per ogni pulizia della casa per molti motivi. Sono molto efficaci e hanno una capacità pulente propria; la durata: se ben tenuto un panno in microfibra dura oltre 5 anni; e l’igiene: ogni tanto lo può far bollire per qualche minuto in acqua o acqua e sale per eliminare germi e batteri ma anche cattivi odori, tracce di unto e ripristinarne la capacità pulente.

Dunque può dire addio a spray e flaconi,  e agli odori sgradevoli di alcuni prodotti, solo panni in microfibra e un po’ di acqua calda!

Elisa Cerruti

Fiori di Bach per aggressività e nervosismo nei bambini

DOMANDA:
Il mio bimbo di 2 anni in agosto non dorme piu di 3 ore s notte è nervoso e inixis a dare schiaffi calci.tutto da quando ho iniziato a lavorare tutto il giorno..non residto piu ….
Simona

RISPOSTA:

Buongiorno Simona, ogni cambiamento di abitudine è delicato ed è particolarmente percepito dai bimbi. Ciascuno poi elabora e risponde in modo differente, ecco perché è importante ai fini della scelta dei fiori, conoscere non solo la situazione oggettiva ma anche e soprattutto il quadro di comportamenti, attitudini ed emozioni che accompagnano gli eventi. In questo caso specifico il cambiamento ha sollecitato nel bimbo aggressività, ansia e nervosismo che sta manifestando con insonnia e con un insieme di comportamenti.

Quali Fiori di Bach per aggressività e nervosismo nei bambini

I Fiori di Bach per aggressività e nervosismo nei bambini che possono contribuire  ad alleviare i disagi dovuti ai cambiamenti nel ménage familiare, quelli relativi al sonno. In questo caso potrei suggerire per il bimbo:

Walnut: aiuta in caso di cambiamento, è un fiore particolarmente utile in tutte le fasi di crescita dei bimbi che sono un susseguirsi di conquiste e mutamenti. Consiglio di tenere la boccetta del rimedio puro sempre pronta in casa da usare anche da solo all’occorrenza usando il metodo del bicchiere.

Holly e Cherry Plum: per l’atteggiamento collerico che sfocia in accessi di aggressività come calci e schiaffi. Holly aiuta a superare la gelosia e la rabbia dovuta all’allontanamento della mamma, mentre Cherry Plum è utile ogni volta in cui si ha paura di perdere il controllo oppure lo si perde per davvero.

Chicory: se gli accessi d’ira sono causati dalla possessività nei confronti della mamma

Star of Bethlehem: se il bimbo ha avvertito il nuovo ménage familiare come un evento traumatico Mamma e bimbo sono una coppia estremamente legata e in simbiosi, per questo consiglio anche alla mamma di accompagnare il percorso con i fiori del piccolo assumendoli lei stessa. In questo caso per lei potrebbero essere utili:

Sweet Chestnut: per la sensazione di non farcela più, per lo sfinimento e la percezione di essere allo stremo

Pine: se il fatto di lavorare tutto il giorno induce un senso di colpa

Red Chestnut: è uno dei fiori più utili per i genitori, in quanto aiuta in tutti i casi in cui si sia preoccupati per la salute dei propri figli o in generale dei propri cari.

Olive: in caso di stanchezza dovuta alle notti insonni.

Auguri,

Elisa Cerruti